Le pitture ai silicati in edilizia

 

Le pitture ai silicati, dette anche colori minerali, colori a base di silicato di potassio o colori Keim, per la loro alta traspirabilità e permeabilità, sono pitture adatte ad ogni uso edilizio e particolarmente usate in interventi di restauro di pregio.

Si prestano particolarmente ad essere impiegate su pareti di edifici umidi, su antichi edifici con muri portanti in pietra di grande spessore o su edifici posti in prossimità di fiumi, laghi o coste; cioè luoghi dove, per l’elevata umidità relativa, è richiesta la massima traspirabilità.

E’ una tecnologia relativamente nuova che viene utilizzata sia su edifici di recente costruzione che su immobili di qualità oggetto di restauro.

Le pitture ai silicati non vanno assolutamente confuse con le pitture ai silossani, ma sono una validissima alternativa alle classiche pitture a base di calce.
Rispetto a queste ultime, pur offrendo una struttura minerale molto simile, assicurano prestazioni e durata molto superiori, soprattutto per quanto riguarda alla resistenza agli agenti atmosferici, fisici e meccanici.

Le pitture ai silicati impiegano come elemento legante, il polisilicato di potassio che è in grado di attivare l’azione fissativa grazie alla reazione chimica con l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

Il prodotto, una volta posato in opera, è altamente traspirante, idrorepellente, resistente all’inquinamento atmosferico, con finiture liscie ed opache ed è indicato sia per finiture di interni che di esterni indifferentemente.

Tutte le pitture ai silicati, non sono adatte per applicazioni su gessi e cartongessi, sono anche sconsigliate nelle superfici vive in calcestruzzo; la motivazione è che, a causa dell’elevata permeabilità, non garantisce protezione sufficiente contro l’aggressione dell’anidride carbonica, fonte primaria di degrado per il calcestruzzo e dell’ossigeno fonte primaria dell’ossidazione dell’acciaio.

 

Caratteristiche e pregi delle pitture ai silicati

I vantaggi di applicare le pitture ai silicati come colorante murario sono molteplici e sono anche i motivi per cui andrebbero preferite ad altre pitture.

– combustibilità assente
– altissima stabilità al calore
– potere consolidante aggiunto per il supporto
– alta resistenza all’acidità ambientale
– pietrificazione dei supporti minerali reattivi
– alta permeabilità al vapore
– alta traspirabilità
– ottima opacità minerale
– assenza di formazione di pellicole
– basso impatto ambientale
– alta stabilità ai raggi UV e alla luce
– alta resistenza alle intemperie
– ottima azione bioacida contro funghi, licheni, alghe, muschi
– ottima protezione dei supporti sensibili agli acidi;
– facilità di impiego ed alta versatilità
– costi accessibili e ottima economicità (se paragonata alla durata e le prestazioni)
– assenza di solventi organici si applicazione che al rilascio.

 

Possibili difetti di applicazione delle pitture ai silicati

In fase di applicazione si possono originare dei difetti o imperfezioni imputabili a diversi fattori principalmente derivanti, dal cattivo stato del supporto o a difetti di stesura del prodotto.

Può allora verificarsi:
una tinta disomogenea ed irregolare > principalmente dovuta alla posa in opera interrotta e ripresa in più fasi
delle croste ed efflorescenze superficiali > dovuta alla presenza di sali e di umidità sulla superficie muraria
macchie superficiali > principalmente dovute ad un fondo disomogeneo o ad una errata azione di pretrattamento e preparazione
spolvero superficiale > dovuto ad applicazione della pittura a temperature troppo basse o a scarso pretrattamento
difetti di aderenza > dovuti ad un supporto inadatto oppure trattato precedentemente con prodotti idrofobizzanti
colaggi di colore > dovuti ad eventi atmosferici (pioggia o neve) caduti sulla pittura ancora fresca
striature e segni di pennello > dovute ad eccessivo calore del supporto durante la posa e la stesura
distacchi crostosi > dovuti alla cattiva stagionatura o non completata asciugatura del supporto murario (intonaco fresco)
zone lucide > solitamente dovuto a intonaco troppo umido o eccessiva umidità ambientale al momento della posa
cretti e screpolature > dovuto ad applicazione sul supporto caldo o con in temperature atmosferiche

Sono comunque tutte problematiche molto comuni che si verificano anche con le pitture tradizionali e dovute ad errori di applicazione (o inesperienza dell’applicatore).

 

Consigli per una corretta applicazione delle pitture ai silicati

Una corretta esecuzione di una pittura con silicati prevede comunque alcune fasi che andrebbero sempre seguite:

– proteggere sempre le superfici che non vanno verniciate (la rimozione di uno schizzo è praticamente impossibile)
– applicare la pittura sempre su supporti ben stuccati e rasati e fatti stagionare almeno per 4 settimane
– spazzolare e spolverare il supporto quindi pretrattarlo con una pulitura per eliminare i grassi
– non applicare mai a spruzzo, avvalersi di un rullo o di un pennello adeguati
– applicare sempre due mani dello stesso prodotto prima che la mano precedente sia asciutta (la sequenza è fondo > intermedio > finitura e sempre bagnato su bagnato)
– far trascorrere almeno 24 ore prima di applicare un altro eventuale prodotto
– non tinteggiare sotto il sole, con alte temperature atmosferiche o su muri e supporti troppo caldi
– non applicare con vento forte, in zone polverose e sotto la pioggia
– non applicare a temperature troppo basse (sotto gli 8°C) o con possibilità di gelate notturne
– indossare sempre dispositivi di protezione quali guanti, occhiali e mascherine.

Solo se l’applicazione è stata condotta a regola d’arte si otterranno i migliori e più durevoli risultati.
Un buon professionista saprà anche avvalersi e disporre di alcuni prodotti di aiuto:
– impregnante trasparente impiegato come fissativo / consolidante per il supporto o come semplice diluente
– prodotto di fondo da utilizzare come mano di aderenza nei supporti poco coesi (da applicare dopo la stesura dell’impregnante)
– prodotto di finitura bianca, tinteggiabile con idonee paste in cui sono presenti pigmenti ai silicati, possibilmente chiari (da utilizzare per colorazioni scure che sono più soggette ad evidenziare difetti di supporto).

Per concludere evidenziamo quanto un buon lavoro possa venir inficiato da un difetto del supporto, in particolare in presenza di muri umidi e salini (solitamente presenti ai piani più bassi di ogni edificio).
Per questi problemi, onde evitare che un buon lavoro possa venir contestato per alcuni difetti, consigliamo sempre un pre trattamento murario con disAqua Vapor che è un trattamento preparativo antiumidità che riapre le porosità murarie senza lasciare residui chimici né organici, proprio per questo è molto adatto ed assolutamente compatibile per questo tipo di pitturazione a base di silicati.

Leggi ulteriori precisazioni e differenze tra pitture silossaniche confrontate con i silicati.

Ufficio Tecnico Disaqua

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − nove =

Share